Umberto VS Coronavirus

https://www.olibanumoverrunners.it/immagini_news/03-04-2020/1585926029-394-.JPG

Il Coronavirus sta mettendo a dura prova il fisico e la mente di tutti. Chiusi in casa le giornate trascorrono lente, scandite da tg e bollettini della Protezione Civile. Lo sconforto per le migliaia di morti si mescola quotidianamente al sollievo per i guariti e alla speranza per i nuovi contagi. Una situazione distopica che non avremmo mai immaginato di vivere, ma con la quale dobbiamo per forza fare i conti. Proviamo ad allentare la tensione con una serie d’interviste ai nostri atleti neroviola. Vediamo di che pasta sono fatti gli Overrunners!

 

UMBERTO BUTTARELLI da Olevano Romano

1) Vai a lavoro, lavori da casa o sei a riposo forzato?
Sono pensionato.

2) Come procede la convivenza imposta con mogli/mariti, figli e/o altri familiari?
La convivenza procede bene anche con più comprensione ed attenzioni l’uno verso l’altra (mia moglie).

3) Quanti chili hai messo su?
Nessun chilo.

4) Cosa fai per mantenerti in forma?
Ho la fortuna di avere sotto casa uno spazio pere posti macchina e, come mia abitudine da quasi 40 anni, tre volte a settimana alterno la corsa al passo per 45/50 minuti e poi faccio la solita ginnastica a corpo libero come la facevo alla piana (abituale luogo di ritrovo e allenamento per tutti i runner olevanesi ndr) per 20 minuti.

5) Stai leggendo? Se sì cosa?
Attualmente sto leggendo “M Il figlio del Secolo” di Antonio Scurati e, siccome è un po’ pesante, lo alterno con il libro “Storia moderna di Roma Antica” di Jean de Lavigny. Non perdo occasione però per leggere qualsiasi cosa: riviste, giornali…

6) In molti si stanno cimentando nelle attività più disparate (cucina, bricolage, modellismo, giardinaggio…). Tu hai scoperto virtù nascoste?
Non ho virtù nascoste. Di giorno in giorno cerco di inventarmi qualche lavoro per passare tempo. Per esempio i giorni che non corro, cammino; passo la scopa e lo scopettone per tutta casa; ieri invece ho ricucito con ago e filo una tuta che si era scucita e ho rammendato le scarpe da corsa che i miei alluci hanno bucato. L’ago e il filo mi sono familiari perché da bambino, a otto anni e mezzo, sono andato (mi hanno mandato) ad imparare il mestiere del sarto e, quando ho smesso per andare alla scuola media, sapevo quasi cucire i pantaloni. È proprio il caso di dire: “Impara l’arte e mettila da parte”. Una cosa, però, questi giorni ho riscoperto: la mia passione per la matematica (a livello di terza media). Ho così rispolverato i miei libri di aritmetica e di geometria e mi sono cimentato nella risoluzione di problemi di vario contenuto. Per l’aritmetica problemi del tre semplice e del tre composto, di ripartizione… Per la geometria, invece, sono alle prese con la risoluzione di problemi riguardanti il primo e il secondo Teorema di Euclide. È un modo anche questo di passare il tempo e di non pensare a niente.

7) Se ti chiedessero di fare a meno di qualcosa per tornare subito “libero” a cosa saresti disposto a rinunciare?
Farei a meno di un anno di corsa anche se correre per me è una delle cose più belle della vita e rinunciarci, alla mia età, sarebbe una grande privazione sotto qualsiasi punto di vista, fisico e psichico.

8) L’impellente quanto deplorevole bisogno di commentare, sentenziare e lanciare anatemi insito nell’animo italico (il più delle volte senza avere competenze sul tema trattato) ha trovato terreno fertile con la diffusione del Coronavirus. Anche noi runner siamo stati (e siamo tuttora) bersaglio di critiche. Cosa pensi al riguardo?
In questa occasione è mio costume commentare poco. Volutamente faccio a meno di seguire certe trasmissioni dove sono presenti politici incompetenti sull’argomento del Coronavirus. Mi aggiorno seguendo il telegiornale e qualche trasmissione dove intervengono scienziati ed esperti. Per quanto riguarda noi runner penso che se ognuno rispetta le regole imposte dalla legge non fa niente di male, perché rispetta se stesso e gli altri. Porto un esempio: se io corro o cammino a una distanza adeguata da casa mia, quando corro non incontro nessuno o se incrocio qualcuno mantengo le dovute distanze, non arreco danno a me stesso e agli altri. Certo non tutti hanno le possibilità descritte. In questo caso ognuno deve regolarsi secondo scienza e coscienza.

9) Qual è la tua paura più grande in questo momento?
Non ho grosse paure perché sono vecchio e, come tante volte uso dire scherzosamente, sono figlio della guerra. L’unico mio pensiero va ai bambini e ai giovani. Per loro sono un po’ preoccupato. Ma poi rifletto e penso che tutto passerà perché l’uomo nel corso dei secoli ha superato tutte le difficoltà della vita. Per questo ho fiducia nella scienza e null’Unione Mondiale degli scienziati che, mai come in questa occasione, sono uniti con lo scopo di sconfiggere il male comune a tutta l’umanità.

10) Qual è la prima cosa che farai quando riacquisteremo la libertà?
Quando riacquisterò la libertà correrò ad abbracciare i miei nipoti Francesco, Lorenzo e Martina. Mi manca il loro sorriso, la loro gioia, la loro sincerità, la spensieratezza che in questi anni mi hanno saputo dare.
 


NEWS

Francesco VS Coronavirus

Il Coronavirus sta mettendo a dura prova il fisico e la mente di tutti....

Roberto VS Coronavirus

Il Coronavirus sta mettendo a dura prova il fisico e la mente di tutti....

Pietro VS Coronavirus

Il Coronavirus sta mettendo a dura prova il fisico e la mente di tutti....

Giacomo VS Coronavirus

Il Coronavirus sta mettendo a dura prova il fisico e la mente di tutti....

CALENDARIO GARE

ROMAOSTIA

Data gara: 08/03/2020
X MILIA

Data gara: 23/02/2020
NAPOLI CITY HALF MARATHON

Data gara: 23/02/2020
CORRIFREGENE

Data gara: 02/02/2020
MARATONINA DEI 3 COMUNI

Data gara: 26/01/2020
LA CORSA DI MIGUEL

Data gara: 19/01/2020
CORRI PER LA BEFANA

Data gara: 06/01/2020
WE RUN ROME

Data gara: 31/12/2019
MARATONA DI LATINA

Data gara: 01/12/2019
BEST WOMAN

Data gara: 01/12/2019

Main Sponsor