Fame d'Amore

https://www.olibanumoverrunners.it/immagini_news/07-02-2018/1518014455-295-.jpg

Insieme alla bulimia è uno dei disturbi del comportamento alimentare più diffusi, detti anche psicogeni. Si tratta dell’anoressia nervosa.

Nelle sue forme più gravi presenta emaciazione, inedia, amenorrea e malnutrizione e coinvolge funzioni psicologiche, neuroendocrine, ormonali e metaboliche.

Nel Medioevo la tecnica del digiuno si utilizzava per la mortificazione del corpo a favore del perseguimento di virtù spirituali.

Nell’era moderna il primo a parlare di anoressia fu un medico inglese, Richard Morton, che la definì emaciazione nervosa. Morton la catalogò come una malattia che ha le proprie radici nel corpo e la cui insorgenza è frutto di una perturbazione del suo sistema di nervi.

Nella seconda metà del XIX secolo William Gull la definì anoressia isterica e Charles Lasègue intuì la responsabilità della famiglia nel suo sviluppo.

Storicamente questa patologia ha coinvolto perlopiù le donne; oggi pare riguardare anche gli uomini, i quali sembrano soffrire maggiormente di un fenotipo: la dismorfia muscolare (o vigoressia).

Ad ogni modo per entrambi la diagnosi è la stessa:

- Magrezza estrema
- Paura di ingrassare
- Ansia o depressione
- Disturbi di personalità
- Disturbo ossessivo-compulsivo

Al contrario della bulimia, vi è assenza di rabbia e aggressività verso gli altri. Soltanto attraverso la somministrazione di alcuni test o questionari si può riscontrare la patologia in un individuo.

Pur chiamandola col suo nome esatto, esponendone il percorso storico, capendone cause e conseguenze, io voglio definirla: FAME D’AMORE. Così la definisce Fabiola Leclercq in uno dei suoi tanti libri dedicati alla malattia, e così piace definirla anche a me.

Il corpo emaciato e denutrito è quello di chi si vuole punire di qualcosa, per se stesso o per chi gli sta intorno.
È il corpo che grida aiuto, che chiede un mano a non farlo scomparire del tutto, che vuole dire: “ Io ci sono, amatemi.”

Dunque oltre all’ospedalizzazione, all’invio in comunità specializzate, alla dieta che può ristabilire valori standard per continuare a vivere, occorre donare a queste persone una scorpacciata d’amore. L’unico alimento che sapranno trattenere nel loro esile corpo, senza sentire la necessità di espellerlo procurandosi il vomito.
 


NEWS

Mamma che Sport!

Ho già affrontato in un altro articolo il difficile lavoro delle...

Burn Out: lavorare male o male di lavorare?

In tanti si riempiono oggi la bocca di un termine “strano”, il...

Appassionata...mente

Ieri sera, mentre sbirciavo la tv, ho fermato la mia attenzione su un...

Un anno di corsa... ma meno di corsa!

Benarrivato 2019!Cos’è un anno in fondo? 365 giorni,...

CALENDARIO GARE

ETRURIAN TRAIL

Data gara: 02/06/2019
RACE FOR THE CURE

Data gara: 19/05/2019
MEZZA MARATONA DI CAPO D'ORLANDO

Data gara: 11/05/2019
TROFEO MADONNA DEL CAMPO

Data gara: 28/04/2019
GIRO DELLE VILLE TUSCOLANE

Data gara: 14/04/2019
MARATONA DI ROMA

Data gara: 07/04/2019
VOLA CIAMPINO

Data gara: 31/03/2019
STRAMILANO

Data gara: 24/03/2019
LA CORSA DI SAN GIUSEPPE

Data gara: 17/03/2019
ROMAOSTIA

Data gara: 10/03/2019

Main Sponsor